COMUNICAZIONE N.1 DEL 2017 PER I CERTIFICATORI TECNOSTRADA.IT


OGGETTO: TUNING


Gentili Certificatori,
a seguito della modifica dell’Art. 75 del Codice della Strada con l’introduzione dei commi 3-bis, 3-ter e 3-quater, si è aperta una nuova via per le modifiche after-market su autovetture e motocicli.

I decreti ministeriali attuativi sinora promulgati per FRENI, LUCI DIURNE, RETROFIT ELETTRICI e SISTEMA RUOTA, hanno regolamentato tali applicazioni con precise direttive.

Nelle circolari interpretative, contrariamente a quanto atteso, si evidenzia una procedura di omologazione dei sopraccitati dispositivi che a nostro avviso non è del tutto in linea con i corrispondenti articoli dei decreti di recepimento sul “Riconoscimento dei sistemi omologati da altri Stati dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo”.

Tutto ciò premesso, è evidente che la nostra attività progettuale e omologativa presso enti terzi con sede in un altro Paese membro è di fatto superata dalle norme nazionali. Siamo pertanto costretti, nostro malgrado, a rivedere e riformulare le procedure dei nostri collaudi e del conseguente rilascio della certificazione Tecnostrada.it.

Per ogni allestimento che preveda una delle modifiche sopra evidenziate, richiedendo una visita e prova presso gli Uffici della Motorizzazione Civile (in particolar modo, per il sistema ruota), è necessario predisporre un progetto in unico esemplare da inoltrare all’ UMC territorialmente competente. Riguardo a questa nuova prassi, tuttavia, stiamo verificando la sua attuabilità, considerati i gravi problemi che affliggono vari UMC distribuiti nel nostro Paese.

D’altra parte, È ANCORA POSSIBILE rilasciare i rinnovi di certificati da noi emessi, in quanto il documento iniziale risale a un periodo anteriore al 1° ottobre 2015, cioè la data in cui è stata modificata l’operatività riguardante il sistema-ruota. Al contrario, NON È PIÙ POSSIBILE emettere nuovi certificati quando nel progetto rientra anche una sola delle modifiche sopra specificate. Seguiteremo invece a prendere in considerazione e a certificare, se regolamentari, modifiche come l’installazione dei kit aerodinamici (spoiler anteriori e posteriori, passaruota, alettoni, prese d’aria etc.) o di altri componenti che valuteremo di volta in volta sulla base di vostre ben documentate segnalazioni, escludendo naturalmente i casi già richiamati nella presente.

Entro il prossimo maggio 2017 è in previsione l’emanazione di un nuovo decreto ministeriale per il recepimento della Direttiva 2014/45 CE, la quale introduce nuove modalità di revisione e di qualifica degli ispettori di controllo, rimaniamo in attesa della pubblicazione di tale decreto prima di approfondire e ulteriormente riformulare le nostre procedure operative di collaudo e certificazione.

Bologna, il 16 gennaio 2017

Home  -    Faq    -    L'esperto risponde   -    Contattaci
Newsletter    -    Corsi    -    Normative    -    Links