Sui generi dellAUTOCARAVAN

     Perché alcuni scrivono "le autocaravan"
     e altri "gli autocaravan"?
     Breve escursione di un progettista nel mondo delle parole


Il progettista di allestimenti per autoveicoli deve saper trattare carrozzerie e motori, siamo d'accordo, ma ciò non lo autorizza a trascurare il suo principale strumento di lavoro: la lingua.
Come tecnico, frequentemente devo scrivere relazioni e illustrare calcoli strutturali e questo mi porta a confrontarmi non solo con le leggi e i carichi di snervamento, ma anche con i verbi e i sostantivi. E proprio di un sostantivo, ora, vorrei parlare: si tratta di autocaravan.
L’autocaravan è un autoveicolo destinato al trasporto e all’alloggio di persone e attrezzato per questo scopo (1). Tale veicolo, molto spesso, viene detto anche camper.

Durante l’elaborazione di un articolo riguardante i camper ho dovuto esaminare diversi testi sull’argomento, scoprendo così che per taluni autori l’autocaravan è femminile e per altri è invece maschile.

Alcuni dizionari presentano questo sostantivo come femminile e maschile, senza preferenze, lasciando quindi al consultante la libertà di scegliere. Anche l’Accademia della Crusca ritiene corretti entrambi i generi, nonostante segnali una maggior frequenza della “versione” maschile rispetto a quella femminile (2).

Il tecnico, secondo me, una volta garantito il rispetto della grammatica, deve però cercare di seguire la tendenza del proprio settore.

Ho verificato quindi che lo stesso Codice della Strada (3) considera l’autocaravan femminile e così molte circolari ministeriali. Anche due norme pubblicate dalla Commissione Tecnica di Unificazione nell’Autoveicolo (CUNA), un importante organo di riferimento per i costruttori nazionali, adottano il genere femminile (4).
Sembra, allora, che in un contesto strettamente tecnico si preferisca scrivere “le autocaravan”, mentre in ambito commerciale o giornalistico è più frequente leggere “gli autocaravan”.

A ciascuno il suo, dunque.

Da una semplice domanda è nata una piccola ricerca, che ha portato indubbiamente a una maggior chiarezza e consapevolezza.

Bruno Berselli - Studio Progetti di Bologna
NOTE
1. Riporto di seguito la definizione del Codice della Strada (articolo 54, punto 2.m): “Autocaravan: veicoli aventi una speciale carrozzeria ed attrezzati permanentemente per essere adibiti al trasporto e all’alloggio di sette persone al massimo, compreso il conducente”.
2. Il GRADIT - “Grande dizionario italiano dell’uso” di Tullio de Mauro (2000, UTET) classifica il termine come sostantivo maschile invariabile; il DISC - “Dizionario Italiano Sabatini Coletti” (1997, Giunti) e lo Zingarelli 2002, invece, lo classificano come sostantivo maschile o femminile invariabile. In DIGITA WEB di Garzanti (dizionario on line) autocaravan è femminile e giungiamo a questo stesso risultato attraverso il sito www.sapere.it di De Agostini.
3. Ved. articolo 7, punto 1.h; articolo 61, punto 3; articolo 185 (titolo).
4. Tabelle NC 188-01 e NC 188-02.